Immagine2
Le Fate dei Fiori
Apicoltura  Orto  Frutteto

Azienda Agricola

Le Fate dei Fiori di Rossi Guido

Via Duca degli Abruzzi 65 67030 Civitella Alfedena AQ

e-mail info@lefatedeifiori.com     cell (+39) 331 8025899     P.IVA 01813920665

                                                                                                               Esperto in Analisi

Operatore del                                     Socio                              Sensoriale del miele

Iscriviti alla Newsletter
logo-black-5
LOGOALBO-DIDAS
LogoPNALM

facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
© 2017 Guido Rossi

facebook
instagram

Apicoltura in Tanzania


Dal 2010 al 2012 abbiamo portato avanti un progetto di sviluppo dell'apicoltura sull'Altopiano di Iringa in Tanzania.

Con l'organizzazione di Tulime onlus, un'associazione che opera nel campo della cooperazione internazionale, abbiamo avviato il progetto Be(e) Together​. 


Be(e) Together è un progetto di promozione e sviluppo dell’apicoltura che stiamo realizzando in 9 villaggi dell’altopiano di Iringa, in Tanzania, nell’ottica della Cooperazione di Comunità.


Be(e) Together: essere insieme per fare apicoltura insieme: lavorando dal 2010 con la tribù degli Hehe abbiamo cercato e trovato punti comuni tra due modi un po’ diversi di allevare api e produrre miele, riuscendo a utilizzare le cose buone di entrambi per lavorare in modo più sicuro e proficuo con l’”indomabile” ape africana.


Il tipo di ape presente sull’altopiano è la Mellifera Scutellata, una razza molto simile alla nostra Ligustica Italiana, ma con un comportamento difensivo e riproduttivo molto spiccati. Cioè le api, quando vengono visitate,  tendono più rapidamente e facilmente a mettersi in allarme, e quindi a pungere, e a  sciamare ossia a formare nuove colonie e abbandonare l’arnia.


Benché il potenziale produttivo sia altissimo (abbiamo stimato almeno 50 kg di miele per colonia all’anno, per l’ottimo clima e la continua presenza di fiori), ancora oggi il massimo che si riesce ad ottenere è meno della metà.

Gli apicoltori dell’altopiano hanno quindi chiesto di venire guidati nella tecnica apistica per avere più miele … da mangiare e da vendere!

apicoltura in tanzaniaapicoltura in tanzaniaapicoltura in tanzaniaapicoltura in tanzaniaprova 1481

Così è nato Be(e) Together!

Era gennaio del 2010. Un nostro amico, Gianni Netto, da tempo socio di Tulime, ci disse che cercavano degli apicoltori volontari disposti ad andare in Africa per un progetto di sviluppo dell’apicoltura. In AFRICA? Ma in Africa DOVE? In TANZANIA! E dov’è la Tanzania?.... subito con l’atlante in mano … ma è ENORME! In Tanzania DOVE? POMERINI, Altopiano di Iringa, a 2000 metri di altitudine!!! Abbiamo subito detto si! Mesi di documentazione: le api africane, le tecniche apistiche, ma la varroa c’è in Africa?, che razza di arnie queste Top Bar!, ci vacciniamo per la febbre gialla?, e per la malaria che facciamo … ma saremo dei pazzi ad andare con le bambine? Il 26 agosto 2010 siamo partiti … noi e le bambine … ed è iniziata la nostra esperienza. E ancora non è finita.


Cosa abbiamo fatto fin’ora.

2010 - Abbiamo incontrato gli apicoltori per capire le loro richieste conoscere le api africane e i loro comportamenti. • Abbiamo studiato e messo in pratica tecniche apistiche adatte a trattare con l’ape africana. • Abbiamo tenuto corsi teorici e pratici per gli apicoltori. • Abbiamo scritto un piccolo manualetto pratico, tradotto in swahili, ad uso degli apicoltori e ne abbiamo consegnato una copia ciascuno. • Abbiamo acquistato, con un raccolta fondi dall’Italia, 40 attrezzature complete per l’apicoltura per lavorare più protetti dalle punture, e le abbiamo consegnate nei vari villaggi.


2011 - Abbiamo ospitato per due mesi Huruma Matagi, referente del progetto a Pomerini, per formarlo sulle tecniche apistiche italiane. • Abbiamo nuovamente incontrato gli apicoltori e fatto pratica con le api. • Abbiamo costruito, su richiesta degli apicoltori, un’arnia sperimentale a telaio mobile e l’abbiamo consegnata all’apicoltore Baraka Simika di Lukani, che si è distinto nella conduzione degli alveari. • Abbiamo approntato delle schede di raccolta dati che gi apicoltori da ogni villaggio ci fanno avere ogni mese tramite e-mail.


2012 - Abbiamo ancora incontrato gli apicoltori nei loro villaggi per ascoltare le loro esigenze ed esperienze e lavorare in campo con loro. • Abbiamo verificato l’attendibilità dei dati che ci hanno mandato gli apicoltori. • Abbiamo verificato la funzionalità dell’arnia sperimentale.

A dicembre 2012 siamo usciti dall'associazione Tulime e pel'anno successivo altri due volenterosi apicoltori hanno proseguito il lavoro iniziato. 

 

Da quattro anni il progetto è sospeso. Senz'altro lo riprenderemo in mano per continuare! 

Gallery fotografica
LogHiveapertavuotaVasoaUkwegapo5po7prova1330Mtitu2IlfavoHuruma10Huruma4m1
Web agency - Creazione siti web CataniaCreare un sito web su misura